Clean Service ha rinnovato l’accordo di partnership con Ac Reggiana 1919 Spa. Gianfranco Lusuardi  è ormai diventato un punto di riferimento per la famiglia granata ospitando a più riprese, nella sede aziendale, importanti e significative presentazioni dei vari protagonisti del pianeta granata.

«E’ un piacere, oltre che motivo d’orgoglio – ha rimarcato Gianfranco Lusuardi (nella foto con il nostro Amministratore Delegato, Guido Tamelli) – essere al fianco dell’AC Reggiana 1919 Spa per tutte quelle che sono le sue iniziative e, tra queste, le presentazioni dei protagonisti che animeranno le nostre domeniche. La proprietà ha un progetto importante, mire ambiziose e sta riscuotendo grandi consensi tra i reggiani che io ritengo meritati per ciò che è stato fatto e per quello che si vorrà mettere in atto».

Alti standard qualitativi, innovazione tecnologica e professionisti qualificati sono sempre stati i presupposti dell’attività di Clean Service, l’azienda specializzata in pulizie e sanificazioni ordinarie e straordinarie. Nata nel 1997 a Reggio Emilia, da subito si è distinta sul mercato per il profondo know how nel settore civile, industriale e alimentare. In 15 anni di attività, esperienza e competenza sono supportate da una solida struttura organizzativa in grado di fornire soluzioni concrete: i continui investimenti in un management d’eccellenza, nella formazione di personale qualificato, in tecnologia e attrezzature rappresentano la carta vincente di un metodo operativo su misura per le esigenze dei clienti.

«E’ proprio questa elevata professionalità – ha sottolineato l’AD di Reggiana Guido Tamelli – che ci rende particolarmente orgogliosi nell’avere convinto Gianfranco Lusuardi della bontà del progetto. Un rinnovo di collaborazione, il che significa che siamo stati in grado di soddisfare le aspettative di Clean Service e di ottenere la fiducia dell’amico Gianfranco anche per la prossima stagione sportiva. Sarà nostro dovere fare di tutto per non deludere le sue aspettative come del resto quelle di tutti i nostri tifosi».