Anche per la stagione sportiva 2017-2018 Montedil S.r.L. continuerà ad essere testimone del progetto granata proiettando il proprio logo nei Led Luminosi dello stadio durante le gare casalinghe di Reggiana Calcio e mantenendo i propri striscioni nei campi d’allenamento di via Mogadiscio e di via Agosti.

Montedil Srl opera sul mercato da oltre 30 anni diventando in breve tempo una realtà concreta ed un punto di riferimento importante nel segmento dell’architettura d’interni. Montedil è in grado di mettere a disposizione di ogni cliente un team di specialisti, che realizzano sul campo le idee dei clienti, attraverso l’analisi e la selezione di sistemi costruttivi avanzati. Montedil Srl si caratterizza per una continua ricerca di materiali innovativi e per generare benessere nelle persone che devono vivere quotidianamente gli spazi realizzati.

<< Siamo veramente contenti di aver raggiunto quest’accordo – le prime dichiarazioni del presidente Ivan Scianti durante la firma posta sul contratto nella sede della Reggiana – perché Reggiana Calcio rappresenta un bene primario per l’intera comunità. Abbiamo iniziato il nostro percorso in Reggiana come fornitori, aiutandoli prima nelle varie fasi di trasloco e poi abbiamo contribuito a realizzare la nuova Sala Stampa oltre al rifacimento degli spazi della nuova sede di via Mogadiscio e ci è sembrato doveroso diventare anche sponsor, perché ogni giorno cresceva in me e nei miei collaboratori la passione per quel meraviglioso colore “Granata”. Aderire al pool granata qualifica l’azienda aderente ed è un aspetto che viene riconosciuto dal mercato. Oltre ad essere sponsor Montedil ha deciso di acquistare anche un ulteriore pacchetto di abbonamenti, perché vogliamo vedere lo stadio ribollire di quella passione che solo i reggiani hanno nel loro DNA. Montedil crede in una grande stagione della squadra del Presidente Mike Piazza! >>

Montedil la puoi trovare a Bosco di Scandiano in via Prandi nr. 5.

 

Nella foto: Andrea Ugoletti (Responsabile Marketing Montedil) con Andrea Bovo e Erik Panizzi